HOME PAGE ASSOCIAZIONE STATUTO CONCORSO ISCRIZIONI BACHECA 

 

 

Progetto Eubiosia "La vita con dignità per sempre"

La Delegazione ringrazia tutti i presenti che con i vari interventi hanno inteso dare un contributo informativo per l'assistenza ai sofferenti oncologici.

 

 Prof. R. Giardino - ANT Italia

Direttore scientifico

 

 

Consegna gagliardetto ANT

a Veronica dal Prof. Giardino

 

Dott. Marco Sulcis

Direttore Sanitario ASL 6

 

 

Dott. Fausto Delogu

Moderatore del dibattito

 

Francesco Marras

Sindaco di Guspini

 

Mons. A. Pittau

Presidente Comitato promotore

CSV Sardegna Solidale

Dott. G. Farabegoli - ANT Italia

Coordinatore Sanitario Nazionale

 

Assessore Rossella Pinna

Politiche Sociali  e Sanitarie               

Provincia Medio Campidano

 

In data 24 Gennaio nel cineteatro Murgia di Guspini si è tenuto l’incontro-dibattito “Progetto Eubiosia – La vita con dignità per sempre”. Organizzato dalla Delegazione Medio Campidano ANT Italia  Onlus di Guspini con la collaborazione dell’assessore alle politiche sociali e sanitarie del Comune di Guspini Marina Manca. Al convegno ha portato il saluto dell’Amministrazione il sindaco di Guspini Francesco Marras e per la Provincia del Medio Campidano l’Assessore alle politiche sociali e sanitarie Rossella Pinna. Hanno partecipato al convegno i relatori Prof. R. Giardino direttore scientifico della Fondazione ANT Italia, Dott. G. Farabegoli coordinatore sanitario nazionale ANT Italia e la Dott.ssa C. Fierro Coordinatrice del servizio di psicologia ANT Italia. L’incontro aveva lo scopo precipuo di presentare ai convenuti l’attività della Fondazione ANT Italia nell’ospedalizzazione domiciliare dei sofferenti di tumore in fase avanzata e nel supporto alle famiglie sia di carattere psicologico e sia, molto più semplicemente, di assistenza sociale.

Le relazione presentate hanno posto l’accento su molti aspetti dell’assistenza domiciliare ai sofferenti , tanto che si può parlare di vera ospedalizzazione domiciliare con l’attivazione di tutti quegli interventi atti  migliorare la  qualità della vita preservandone la dignità.

Molto spesso si sente parlare di assistenza domiciliare, non solo per i sofferenti oncologici, e forse molte cose sono ancora da chiarire in tal senso, l’apporto dell’esperienza dei relatori di ANT Italia, consolidata in oltre 25 anni di attività in tutta Italia e con progetti pilota anche all’estero, è stata molto utile per tutti. La Delegazione Medio Campidano ANT Italia, che opera sul territorio da circa 8 mesi, non ha fatto mistero sin dal suo esordio di voler realizzare questa esperienza anche in Sardegna, creando le condizioni e il retroterra ideale perché questo avvenga nel minor tempo possibile.  Intanto, la sua opera è finalizzata al reperimento di risorse economiche con iniziative di raccolta fondi attraverso l’offerta di uova di cioccolato, Ciclamini, Stelle di Natale e altri manufatti realizzati dai volontari e con, anche, la realizzazione di eventi sportivi e non.

All’incontro ha partecipato come relatore il Direttore Sanitario della ASL 6  Dott. Marco Sulcis, il quale  ha parlato dei programmi della ASL 6 in oncologia, in particolare del nascente Day Hospital per malati oncologici presso l’ospedale di San Gavino, una prima risposta di  territorialità nel trattamento dei sofferenti di tumore. Particolarmente accorato è stato l’intervento della Dott.ssa A. Vaccargiu, nel difendere le prerogative dei medici di famiglia, troppo spesso lasciati soli a fronteggiare situazione difficili. Particolare importanza in oncologia rivestono le cure palliative e la terapia del dolore, secondo il dott. Farabegoli troppe volte disattese e male attuate, la specializzazione in questo settore è divenuta ormai indispensabile, tanto che ANT Italia gestisce a Bologna anche un Master Universitario di II° livello per laureati in medicina proprio sulle cure palliative domiciliari.

L’apporto etico di Mons. A. Pittau, in qualità di Presidente del Comitato promotore di Sardegna Solidale, si è soffermato sulla  famiglia, sempre più esposta a problematiche difficili di varia origine,  non solo di tipo oncologico, che ne mettono in discussione la capacità di risposta ad eventi a volte tragici. Il volontariato, e l’auto mutuo aiuto  in particolare, possono concorrere al supporto familiare laddove esistono situazioni di disagio.

Ha chiuso i lavori Marina Manca assessore alle politiche sociali e sanitarie del comune di Guspini, mettendo in luce l’interesse che gravita attorno ad una questione sempre in primo piano e che riguarda l’assistenza domiciliare oncologica e non solo.

Il bilancio finale è certamente positivo, è giunto il momento di parlare della dignità della vita e della sua qualità, e di farlo con la prospettiva di dignità dal primo e fino all’ultimo momento. La Fondazione ANT Italia è un ente morale, e il progetto Eubiosia è un progetto di vita con dignità e con la minor sofferenza possibile fino alla sua NATURALE conclusione.

 

 

                           

         

 

 

 

 

 

 

 

 

Dott.ssa C. Fierro - ANT Italia

Coordinatrice servizio Psicologia

 

 

 

Dott.ssa A. Vaccargiu  Gruppo Nazionale

Area cure palliative S.I.M.M.G

 

 

 

 

 

WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!